Marzo è un mese importantissimo per i lavori in giardino perché si mettono le fondamenta per una casa fiorita in primavera. Ecco tutto quello che devi fare

Pulizia e manutenzione
Prima ancora di scegliere le piante e fiori che ravviveranno la tua primavera è importante finire le operazioni di pulizia cominciate nel mese di febbraio e occuparsi della manutenzione del balcone o terrazzo e del giardino. In particolare se il clima è ragionevolmente mite, occorre rimettere in attività l’impianto di irrigazione automatico, verificandone il corretto funzionamento. Non vorrai farti trovare impreparata dall’arrivo della bella stagione!

Concimazione
Da marzo in poi puoi ricominciare le periodiche concimazioni, indispensabili sia nell’immediato sia per dare energia alle piante che sbocceranno nel periodo estivo. Se possiedi un giardino molto grande e non hai molto tempo per seguire queste operazioni puoi optare per i moderni concimi granulari a rilascio graduale, pratici e adatti anche non eccedere nelle dosi.

Mettere a dimora i bulbi estivi
Mentre i bulbi a fioritura primaverile – come tulipani, giacinti e narcisi – cominciano a sbocciare, quelli a fioritura estiva – gladioli, dalie, begonie – più sensibili al freddo, possono essere piantati soltanto a partire da marzo e fino a fine maggio nelle zone fredde.

Semine
Marzo è il momento ideale per preparare il prato, seminandone uno nuovo oppure aggiungendo semi per infoltire quello già esistente. Si può inoltre cominciare a seminare alcune piante direttamente nel terreno o nei vasi. Qualche nome? Ad esempio portulaca, papaveri, bocche di leone, fiordalisi e garofani.

Potature
Nel mese di marzo continuano le potature, in particolare di alcune piante da frutto come agrumi, kiwi e vite, ma anche di rose e piante arbustive. Un ultimo consiglio: le potature vanno fatte con la luna calante, per questo consulta un buon calendario lunare prima di iniziare!

FONTE: donnamoderna.com

Tag:
Condividi